(tenor lírico spinto)

Allievo di Neyde Thomas Soprano (in memoria) e Rio Novello Baritono dell’Umbria. (Cantantes dell’Alla Scala di Milano) e diplomato al Bellas Artes di Curitiba – PR Marcio Di Freitas; Figlio di una insegnante di musica, ha avuto il suo ingresso nell’universo della musica classica fin da bambino al Conservatorio di Musica Cora Pavan Cappareli, venendo scoperto solo nel marzo 2007 dal maestra Edmar Ferretti, da allora, per il suo voce forte e suggestiva, suscita sempre l’attenzione e l’ammirazione di grandi nomi della musica classica nazionale e internazionale, come i maestro: Jorge Uliarte, João Carlos Martins, Dmitry Polyakov, José Manuel Rosa e Simone Fermani, avendo già cantato in diverse città del Brasile e Italia.
Dedicato alla sua famiglia e buon padre, Marcio Di Freitas da sempre innamorato della musica classica, ha plasmato il suo profilo e la sua carriera, rispecchiandosi in grandi tenori come: Gigli, Corelli, Fisichella, Pavarotti, Plácido Domingo, ecc.
Supportato in Brasile dai maestro Flávio Santos, Joaquim do Espírito Santo (in memoria) e Joaquim Jayme Goiânia Symphony Orchestra (in memoria), decide di recarsi in Italia, in seguito all’invito ad esibirsi in 14º festival di canto lirico di Orvieto e poi a nella bellissima città di Genova, dove si distingue ed è paragonato dal Giornale al grande tenore “Mario Lanza”.
Marcio Di Freitas è arrivato a Neyde Thomas su consiglio del celebre maestro Zaccaro (italianíssimo).

Fin dall’inizio della loro carriera, e con il semplice supporto del professore e critico d’opera Sergio Cazoy, hanno cercato il loro ritorno dall’Italia, e nelle condizioni possibili in Brasile, per portare al pubblico, un po’ del bello opera romantica attraverso anche concerti di beneficenza.
Tornato in Brasile, si è esibito con grandi orchestre sotto la direzione di due grandi maestri come João Carlos Martins a San Paolo e Joaquim Jayme a Goiânia. E anche nella sua partecipazione come ospite dei grandi baritono brasiliano “Agnaldo Rayol”, ha suscitato grande commozione nel pubblico che li ha guardati. Marcio è sempre molto serio riguardo al suo obiettivo di mostrare la sua arte in Brasile.
Anche se la musica classica non è motivo di cronaca o notizia nel nostro paese, Marcio Di Freitas la rappresenta con grande distinzione esibendosi al di fuori dei nostri confini, con la sua ultima esibizione nella città di Leon Messico, con il soprano rinomata Tarsila Escoto.
Tornato in Italia nel 2020, ha sostenuto diverse audizioni in cui è stato approvato dal direttore Pierangelo Conti del teatro Magio Fiorentino di Firenze e dal direttore Danillo Riccardi a Roma. Tuttavia, è tornato in Brasile, con la sua famiglia a causa della pandemia di COVID 19, in attesa che le cose tornino alla normalità e torni in Italia per ricominciare la ricerca di una vera opportunità .