ZINGARA - S.Segneri


Lisa Maria Jonescu


F. Quaglietti


importante è Finire - D. Chiominto


Corpo di Ballo LE REFUSION

Protesta dei lavoratori dello spettacolo e della ristorazione contro i DPCM

Oggi 31 ottobre in piazza di Montecitorio la pacifica protesta dei rappresentanti di due categorie di lavoratori: quello dello spettacolo e della ristorazione.

Una protesta pacifica voluta da lavoratori Italiani per far capire, ancora una volta al governo, tramite discorsi della piazza, che il lavoro non può essere fermato in nessun settore dell’economia ma si può controllare e fermare con altri mezzi la diffusione del Virus.

Si fa presente che nessuna autorità scientifica mondiale ha mai dichiarato uno stato di pandemia ed illustri virologi italiani e mondiali non giustificano l’operato del Governo Italiano nel momento che il covid19 non è più aggressivo come fu nei primi giorni dove OMS espresse uno stato pandemico e non (Pandemia) e non esiste nessun documento firmato da nessuna autorità mondiale.

Il popolo Italiano finora ha dimostrato civiltà e non violento, salve per qualche delinquente o di centri sociali di qualsiasi colore politico.

Il popolo Italiano ha visto nell’ultimo anno come il governo sta distruggendo l’economia Italiana per poi regalarla a chi ha prodotto il Coronavirus. È un progetto iniziato nel marzo 2019; che in ambienti dei servizi segreti ed alcuni nella magistratura, potrebbero essere a conoscenza, ma devono stare zitti perché il progetto di distruzione dell’economia e della riduzione della popolazione mondiale non riguarda solo l’Italia ma tutto il mondo.

La regia di tutto questo è nelle mani della grande criminalità finanziaria e delle case farmaceutiche a livello mondiale, mentre in Italia la regia è affidata ad una persona o gruppo di persone sin dai tempi di Moro, che con i loro crimini commessi negli anni, fra attentati ed assassini ed oggi collusi, con chi cè dietro la regia del Coronavirus, ancora percepiscono vitalizi e pensioni d’oro …

È ammirevole vedere gli Italiani ancora tranquilli, anche se nervosi dal non poter continuare il lavoro per mangiare e dar da mangiare ai loro cari e non conoscere il futuro. Il governo ed il presidente della Repubblica, che con il loro operato, hanno finora incitato il popolo alla violenza, prima o poi potrebbero aspettarsi di tutto e molti Italiani sperano solo che governo ed il Presidente della Repubblica non ubbidiscano più ai criminali della finanza mondiale ed ascoltino gli Italiani per poter sviluppare l’economia pacificamente e tornare a quell’Italia di 50 anni fa.

Non ascoltando gli Italiani, Governo e Presidente della Repubblica, si assumono anche gravi responsabilità se tutto ciò dovesse procedere con la violenza ed in questo caso si aprirebbe un tribunale del popolo che vedrebbe, i vertici di questo disastro, imputati per crimini da Coronavirus.

 

 

 

 

 

Redazione
Author: Redazione

Potrebbero interessarti anche...

Translate »

___________________________________________________________________
L'Articolo 21 della Costituzione italiana stabilisce che: Tutti i cittadini hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non puo' essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Si puo' procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell'autorita' giudiziaria nel caso di delitti,
per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l'indicazione dei responsabili.
In merito a notizie sulla pandemia, non dichiarata, si precisa che su questo sito ed altri collegati, si scrivono solo notizie vere e verificate da qualsia testata giornalistica o
dai media tv e media web in quanto oltre a rispettare il su scritto Art. 21 si rispettano anche: l art. 32 della Costituzione Italiana, l Art. 5 del trattato di OVIEDO,
l Art. 1 del codice di Norimberga, l Art. 3 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
Inoltre (chiunque obblighi ad indossare la Mascherina, fare tamponi o vaccini sara' denunciato alle autorita' per :
Attentato alla Salute Pubblica e Privata + Attentato alla Sicurezza Nazionale + Crimini contro l'Umanita'.

____________________________________________________________

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.
Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
L'autore del sito non e' responsabile del contenuto dei commenti ai post, ne' del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo sito sono di proprieta' dell'autore, se firmati, o sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio;
qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
____________________________________